PAGINE CONSIGLIATE. (I PRIMI 2 LINKS GLI HO AGGIUNTI IL 12/06/2010)

Sono Marzia la redattrice di questo sito. Qui di seguito metterò l’indice delle pagine a me più care, i racconti, gli articoli che reputo scritti meglio, i più ricchi di contenuti e sentimenti. Le pagine che spero siano informative pedagogiche ed utili per chi non ha avuto o per chi avuto tante esperienze belle e meno belle.
Buona lettura e spero che mi aiuterete a far conoscere questo sito a ragazzi ed adulti!

http://www.piccologenio.it/?p=496 INTERMITTENZE DELL’AMORE PER ABILI E DISABILI.

http://www.piccologenio.it/?p=504
UN DIBATTITO “PER TUTTI“ NELLA SETTIMANA DEL “PER TUTTI“!
http://www.piccologenio.it/?p=509 UN CLIMA FESTOSO PER TUTTI.

http://www.piccologenio.it/?p=426 il mio rittratto.

http://www.piccologenio.it/?p=17 confidenze di un’allieva scrittrice.

http://www.piccologenio.it/?p=12 esperienze scolastiche 1.

http://www.piccologenio.it/?p=18 esperienze scolastiche 2.

http://www.piccologenio.it/?p=19 esperienze scolastiche 3.

http://www.piccologenio.it/?p=12 il primo articolo che ho scritto e pubblicato sulla rivista “vita dell’infanzia“ della scuola Montessori.

http://www.piccologenio.it/?p=16  il secondo articolo che ho scritto e pubblicato su un giornale che si occupava di cultura sociale.

http://www.piccologenio.it/?p=90 Lettera a Indro Montanelli (brevissima ma efficace).

http://www.piccologenio.it/?p=377 gli occhi non sono solo lo specchio dell’anima.

http://www.piccologenio.it/?p=211 la mia Supernonna! (articolo breve e divertente).

http://www.piccologenio.it/2007/09/29/la-depessione/ la depressione.

http://www.piccologenio.it/?p=329 come si naviga.

http://www.piccologenio.it/?p=364 Il natale è luce da donare.

http://www.piccologenio.it/?p=353 giovani, la difficoltà di amare è la difficolta’ di grescere.

http://www.piccologenio.it/?cat=2 i miei racconti.

http://www.piccologenio.it/?page_id=28 recenzioni.

http://www.piccologenio.it/2014/10/04/presentazione-curriculum-e-riconoscimenti-dellopera-nata-viva-di-zoe-rondini/ il mio curriculum vitae.

Continua a Leggere

vi presento Zanza, un comico “speciale”. (con link al viedeo di “Vieni via con me”)

ZANZA è STATO INVITATO ALLA STASMISSIONE “VIENI VIA CON ME”. E’ STATO BRAVISSIMO PERCHE’ HA DETTO DELLE COSE VERE IN MODO MOLTO DIVERTENTE!

DOPO AVERLO VISTO IN PRIMA SERATA HO PENSATO DI CONTATTARLO VIA MAIL PER CHIEDERLI SE ERA D’ACCORDO AD AVERE QUEST’INTERVISTA PUBLICATA SUL MIO SITO.

A PIEDIPAGINA METTERò IL LINKS DEL SUO “MOMENTO DI GLORIA” DA FAZIO E SAVIANO.

BUONA LETTURA E BUONA VISIONE.

L’attore comico David Anzalone, in arte Zanza, porta in scena l’handicap.

David, perché fare l’attore comico?
È stata una scelta quasi obbligata. L’ironia è la mia chiave di lettura nella vita di tutti i giorni. Inoltre la mia formazione è strettamente legata ai maggiori rappresentanti della scuola comica italiana. Non potevo che fare anche io l’attore comico, visti i presupposti.

Hai trovato resistenze, nel mondo dello spettacolo?
Resistenze ce ne sono, come in tutti i lavori individuali e creativi. Ma l’esperienza è pienamente positiva: abbiamo trovato attenzione e partecipazione al progetto.

Le tematiche dei tuoi spettacoli sono legate soltanto al mondo della disabilità?
No, non solo& In questo momento sto portando in giro “Targato h”, ma non parlo solo di disabilità e di handicap. L’handicap è per me un modo di smascherare le ipocrisie che stanno nella società, un grimaldello per forzare l’abitudine secondo la quale dell’handicap si deve parlare sempre e solo in maniera retorica e pietistica. Ma come detto, l’handicap è uno strumento per fare un’analisi della società. La mia è una comicità politica, nel senso più ampio del termine.

Nel tuo spettacolo affronti il tema della discriminazione. Quanta e quale discriminazione esiste in Italia nei confronti dei portatori di handicap?
Esiste, è innegabile, ma come per tutte le altre forme di diversità: omosessualità, immigrazione& Tutte le forme di diversità devono pagare un dazio di discriminazione. Credo tuttavia che stia anche al “diverso” porsi in termini positivi nei confronti della società. La società non è brutta e cattiva: la società siamo anche noi! Sta quindi anche a noi affrontare nella maniera giusta le forme di discriminazione.

Zanza, sei un uomo di spettacolo, hai una visibilità superiore alla media& Ti senti un po’ portavoce, o rappresentante dell’universo dei diversamente abili?
Riuscire a rappresentare se stessi è già un grandissimo risultato. Non mi pongo altri obiettivi. Se poi riesco a suscitare attenzioni particolari per questi temi, meglio così, ma non mi sento né il portavoce, né il rappresentante di nessuno.

http://www.youtube.com/watch?v=iaCWrVommMo (VIDEO DI “VIENI VIA CON ME)

Per informazioni: www.zanza.it, www.3dicembre.it, http://www.solidarityweekend.it

Continua a Leggere