DIPENDENZE SENZA SOSTANZA

della Dottoressa Gianna Porri

Le dipendenze senza sostanza cominciano ad essere molte, dallo schopping compulsivo, alla tv dipendenza alla Internet dipendenza. Oggi parleremo della Internet dipendenza, Internet è la più grande scoperta degli ultimi anni, ci concede di comunicare in tempo reale e di avere tutto il mondo a disposizione con un clik Come al solito l’uso che se ne fa può essere malato, ci sono persone che stanno 10 ore al pc, sono conosciuti casi di flebite da pc, si dimenticano anche di mangiare o mangiano ad ore impossibili, non riescono a staccarsi dal pc. Ciò che dà più dipendenza sono le chat, i blog, i siti di incontri meno, ma anche quelli hanno la loro parte, per non parlare di You Tube dove si può stare ore a scaricare film e musica. La chat in particolare può rivelarsi anche pericolosa, poiché si può assumere una identità fittizia chi la assume corre il rischio di identificarsi con essa sperimentando una spersonalizzazione, ma il pericolo più grande lo corre chi la subisce e qui entrano in gioco i pedofili che spesso si travestono da bambini per agganciare la preda e avere così un appuntamento dove stuprare il bambino. Non è consigliabile da parte dei genitori lasciare chattare il bambino da solo, non parlo di un controllo poliziesco, ma di trasformare la loro presenza in un gioco, chattare insieme, divertirsi delle risposte e soprattutto mettere in guardia il bambino dall’incontrarsi con persone conosciute in chat. La chat poi può essere la sede di molte perversioni, esibizionismo, molti mostrano il loro organo genitale godendo dell’effetto che fa, e vojerismo, molti pregano e strapregano per vedere un pezzo di seno e anche di più, questi soggetti usano poi queste immagini per una sessualità masturbatoria. Sono persone malate, incapaci di avere un rapporto sessuale normale, la masturbazione in sé non è un male, ma usare l’immagine di un altro e limitarsi solo a quell’attività è nettamente patologico. Io ho un paziente sposato che da 7 anni fa solo la sessualità in chat, avendo una moglie a portata di mano, potete capire quale perversione affligga questa persona e le perversioni non si curano perché sono ego sintoniche, infatti il paziente è venuto per tutt’altra cosa e non considera affatto perverso il suo modo di fare la sessualità, così come il pedofilo non si sente minimamente in colpa per ciò che fa, spesso è stato lui stesso un bambino abusato e fa attivamente ciò che ha subito passivamente. Ovviamente le categorie più a rischio sono bambini e adolescenti, molti uomini per esempio si fingono donne e mandano foto di donne nude esortando la ragazza a mostrarsi nuda (Tanto fra donne) Come vedete le trappole sono molteplici e la chat, che in sé stessa non è che un mezzo di comunicazione anche divertente può diventare anche un mezzo di prostituzione, quante ragazze fanno sesso in cam per una ricarica telefonica?. Viene da dire gli adolescenti questi sconosciuti, la brava studentessa la sera si trasforma in una venditrice della propria immagine con i genitori nella stanza accanto, i quali non dovrebbero mai lasciare che i ragazzi si chiudano in camera con il pc, ma dovrebbero stargli vicino e controllare quello che sta succedendo. Soprattutto se il figlio o la figlia passa ore ed ore al pc e non esce più con amici veri siamo in presenza di una dipendenza da Internet che va immediatamente curata perché può portare all’isolamento completo. Si comunicano i propri sentimenti sui blog e non ci si parla più faccia a faccia, ora non si può trasformarsi in poliziotti e controllare ciò che scrivono, sarebbe invadere la loro privacy alla quale hanno diritto, però si può tentare di parlare con loro, magari invitare qualche amico o amica a casa, insomma cercare di distrarli dalla tastiera e dallo schermo, se neppure questo riesce è bene portare il figlio o la figlia da un Terapeuta con il quale potrà parlare finalmente in realtà e non in virtuale. Il pc è divertente ma se diventa l’unica modalità di comunicazione si finisce nell’isolamento più completo, si è totalmente avulsi dal reale, glia amici diventano quelli della chat o dei blog, il divertimento si trova su You Tube…..Quindi attenzione perché queste sono persone che hanno estrema difficoltà a relazionarsi con persone reali e trovano nel pc una modalità alternativa che però gli taglia fuori dal mondo e non fa che accentuare la solitudine della quale soffrono.

Ti potrebbero interessare anche: