Chi siamo

Foto realizzata da Francesca Marino

Sono autrice del saggio “RaccontAbili” e  romanzo autobiografico “Nata viva”, dal quale è stato tratto l’omonimo  cortometraggio.

Mi impegno nella diffusione della conoscenza del mondo della disabilità e nella promozione dei diritti delle persone con disabilità.

Il mio ultimo traguardo è il volume “RaccontAbili, domande e risposte sulle disabilità”. Si tratta di un saggio polifonico, che racchiude le “voci” di trenta persone tra disabili e chi, per vari motivi, conosce bene il mondo della disabilità. L’intento dell’opera letteraria  è quello di offrire il punto di vista dei diretti interessati, uscendo dall’ottica di interpellarli solo nei casi migliori o peggiori delle loro/nostre vite. È una narrazione coralepolifonica, con le voci rappresentative di tutta la comunità coinvolta nel vivere le tante forme di disabilità, anche quelle imputabili alle mancanze di un modello culturale che non riesce ancora ad accogliere e sostenere tutti e tutte. Gli argomenti sono quelli che ci accomunano tutti, si parla infatti di famiglia e società, routine, lavoro, arte, amore e sessualità.

La mia opera prima è il romanzo di formazione Nata viva”, dal quale hanno preso vita numerosi progetti creativi come l’omonimo cortometraggio (Primo classificato nella categoria “Corti della realtà” nell’ambito del Premio L’Anello debole 2016, al Festival di Capodarco) e lo spettacolo teatrale “La Cantastorie Zoe”.

In ambito accademico, sono spesso relatrice in lezioni e convegni che trattano di  disabilità e tematiche correlate. In queste sedi approfondisco  gli aspetti psicologici, sociologici e pedagogici legati all’handicap; affronto la tematica dei rapporti tra la persona con disabilità e  la famiglia, la scuola, gli ausili informatici, l’amore, l’affettività,  la sessualità e la narrazione del sé come strumento di empowerment e di terapia. Fino ad oggi, le conferenze e i simposi ai quali ho preso parte si sono tenuti in buona parte a Roma, città dove risiedo, ma anche a Genova, Ancona, Messina,  Rimini e Ferrara.

A seguito del conseguimento della laurea triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione ho acquisito competenze in ambito pedagogico e sociologico, che ho messo in pratica nel progetto: Disabilità e narrazione di sé” portato in diversi istituti scolastici con studenti dai dieci anni in su, in un’ottica di prevenzione al bullismo. Altro scopo del progetto è stato  creare laboratori sulla narrazione del sé. I contenuti del progetto sono ispirati al romanzo “Nata viva”.

Negli ultimi anni ho approfondito la tematica dell’amore, la sessualità, la figura dell’assistente sessuale e dell’educazione sentimentale; tutti gli articoli sono raccolti nella categoria: “Amore e sessualità: sfatiamo i tabù” di questo portale. Dal 2012 sono ideatrice e moderatrice del gruppo Facebook “Amore, disabilità e tabù: parliamone!“. Il gruppo vuole essere un luogo di incontro virtuale, per fare conoscenza, scambiare informazioni sui temi che riguardano l’amore, la sessualità, talvolta accolta e altre volte negata, per le persone con disabilità motoria, sensoriale e cognitiva.

Parallelamente agli impegni accademici e di scrittura, sto approfondendo la visione olistica della persona.  L’approccio olistico (dal greco ὅλος hòlos: totale, globale), tiene presente  la totalità di ogni individuo (corpo, mente e spirito). In questa visione si inserisce anche la sessualità. Questo interesse mi ha portata ad organizzare due convegni: “Il tocco dell’Anima attraverso il Tantra” e “Gli handicap invisibili e l’approccio Olistico della Persona. Il diritto di scoprire la Sacralità della Sessualità”. In varie sedi ed articoli analizzo gli aspetti della sessualità tantrica come esperienza positiva per tutti, nonché come valida alternativa alla figura dell’assistente sessuale che in Italia stenta ad essere riconosciuta e regolamentata. Queste tematiche sono state trattate, nel saggio RaccontAbili, nonché nel corso di una mia lezione presso il Master di Neuroriabilitazione  presso l’Università Lumsa di Roma.

Per quanto riguarda la scrittura giornalistica, collaboro con “Superando”, testata online promossa dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e  “Ubiminor”, il portale dell’adolescenza inquieta. In passato ho lavorato per “Piuculture” – Il giornale dell’intercultura – seguivo convegni e conferenze sui migranti e le tematiche a loro correlate, per poi redigere articoli; mi occupavo inoltre di curare i contenuti social su Facebook e Twitter. Ho inoltre avuto l’occasione di scrivere per la rivista Near, promossa dall’UNAR (Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali),   la rivista cartacea “Vis Vitae”, promossa dall’Associazione Risveglio Onlus, “La vita dell’infanzia”, rivista cartacea dell’Opera Montessori e “Angeli Press”, agenzia di comunicazione impegnata nel sociale.

Ai tempi del liceo, mi sono  avvicinata alla recitazione grazie alla lungimiranza dell’attore e regista Stefano Viali, con il quale ho seguito un corso per ben nove anni. I suoi laboratori, che non erano di teatro integrato, erano rivolti agli studenti del liceo e universitari. Anni dopo, l’attitudine alla recitazione mi ha portato, grazie alla collaborazione con Matteo Frasca e la regista e attrice Tiziana Scrocca, ad estrapolare dal mio romanzo la sceneggiatura dello spettacolo teatrale “La cantastorie Zoe“.

Tutte le mie attività hanno in comune la voglia di essere utile agli altri e il desiderio di partecipare ad un cambiamento culturale che tenga conto delle diversità, delle peculiarità e dei diritti di ogni individuo. Il messaggio delle mie narrazioni, spesso ironiche e autoironiche, è che anche con un handicap si può condurre una vita normale, piena di sfide e di soddisfazioni. Vorrei continuare a diffondere questo pensiero con la scrittura, la recitazione,  la carta stampata, i media, gli interventi nelle scuole, nei corsi universitari, nei convegni e seminari.

Zoe Rondini è uno pseudonimo che, per motivi ti privacy, ho usato per  le mie opere edite ed il mini-film. Potete contattarmi alla pagina Facebook Zoe Rondini 

Di seguito curriculum vitae

Esperienza lavorativa

Novembre 2020: Pubblicazione del saggio polifonico “RaccontAbili – Domande e risposte sulle disabilità” edizioni Erickson Live.

Dal 2012 ad oggi: Responsabile del progetto educativo su disabilità e narrazione del sé dal titolo: “Disabilità e narrazione di sé; come raccontare le proprie piccole e grandi disabilità”. Il progetto trae ispirazione dal romanzo autobiografico di formazione “Nata viva” e si rivolge agli alunni di età compresa tra i 10 e i 18 anni e gli studenti universitari. Il progetto dal 2017 fa parte della programmazione del Master in Neuropsicologia dell’età evolutiva, promosso dall’Università LUMSA.

La finalità perseguita dal progetto è quella di “educare alle differenze” e stimolare la narrazione di sé. Per quanto riguarda le scuole primarie e secondarie tale scopo viene declinato in un’ottica di prevenzione e contrasto al bullismo, al cyberbullismo e nell’educazione ad uso consapevole dei socialnetwork.

Il racconto del progetto è disponibile al link: La narrazione di sé per potenziare l’autoconsapevolezza

2012/2019: Attrice e coautrice dello spettacolo teatrale “La Cantastorie Zoe”ispirato al romanzo “Nata viva” (Repliche: Teatro Era, Pontedera (PI) 10 febbraio 2019; replica radiofonica su Radio Onda Rossa, 26 febbraio 2013; Teatro Arvalia, 2013, nell’ambito di un corso di aggiornamento per insegnanti ed educatori; Teatro Abarico, 31 maggio e 26 giugno 2012);

2016-2017: Tirocinio lavorativo presso PiucultureIl giornale dell’intercultura a Roma Redazione di articoli su convegni e seminari sul tema delle migrazioni e dei fenomeni collegati; inserimento tramite WordPress di articoli e notizie brevi. Collaborazione nella gestione delle pagine social (Facebook e Twitter) del giornale. Esperienza realizzata grazie al progetto “Formiamo il futuro” promosso dal Comune di Roma)

gennaio – luglio 2014: Tirocinio-lavoro presso l’Istituto Leonarda Vaccari, impegnata in attività di archivio fotografico e sviluppo delle tecniche della Comunicazione Alternativa Aumentativa indirizzate agli utenti dell’Istituto. Esperienza realizzata grazie al progetto “Formiamo il futuro” promosso dal Comune di Roma.

2011/2015: Pubblicazione con lo pseudonimo di Zoe Rondini del romanzo di formazione “Nata viva”(2011, Edizioni Gruppo Albatros Il filo; 2015, seconda edizione a cura della Società Editrice Dante Alighieri).

2005/2006: Tirocinio formativo nell’ambito del percorso di laurea triennale presso l’Ausilioteca dell’Istituto Leonarda Vaccari.

Dal 2006 a oggi: Creazione, gestione, aggiornamento e divulgazione del portale Piccologenio.it

Convegni, simposi e attività accademiche

17.09.2020: All’università Lumsa di Roma, lezione per il Master di Neuroriabilitazione su: disabilità, amore e sessualità.

17 giugno 2020: Organizzatrice e relatrice alla videoconferenza dal titolo: Gli handicap invisibili e l’approccio Olistico della Persona. Il diritto di scoprire la Sacralità della Sessualità

24 maggio 2020: intervento nell’ambito del corso “La conquista dell’autonomia nella persona adulta con disabilità”, docente dott. Francesco Favero – Corso di Laurea in Terapia occupazione presso l’Università degli Studi di Padova

13 dicembre 2019: Ferrara, relatrice al convegno: “Il ritorno della Dea e la medicina sacra”, promosso da Anna Senatore. Per il video clicca qui

18 ottobre 2019: organizzatrice, promotrice e relatrice  del convegno “Il tocco dell’Anima attraverso il Tantra. Il contributo della Via del Tantra alla disabilità”, presso l’Associazione Come Un Albero di Roma. Link dell’intervento.

8 marzo 2019:relatrice nell’ambito del Convegno Erickson “Sono adulto! Disabilità diritto alla scelta e progetto di vita”  presso il palacongressi di Rimini. Intervento nel Simposio n.4: “Raccontarmi mi aiuta”: la narrazione come strumento di empowerment”.

14 luglio 2019, 15 luglio 2018 e 3 luglio 2017: Workshop di una giornata dedicato a “Disabilità e narrazione del sé” nell’ambito della lezione conclusiva del Master di neuropsicologia dell’età evolutiva, presso Università LUMSA di Roma. Il materiale usato per le lezioni è disponibile ai seguenti link:

Lezione al master in neuropsicologia dell’età evolutiva presso l’Università Lumsa

Lezione per il master della Lumsa

“Nata viva, ma con 5 minuti di ritardo” la vita dopo un’asfissia neonatale

6 novembre 2017:Ancona, tra i relatori del convegno “Adolescenza, tra affettività e sessualità, oltre ogni pregiudizio” promosso dalla Commissione pari opportunità della Regione Marche, presso la sala consiliare del Comune di Ancona.

2015: Messina, in occasione della Giornata Mondiale del Libro, invitata in qualità di autrice alla presentazione del romanzo “Nata Viva” presso l’Aula Magna del Dipartimento di Civiltà Antiche e Moderne del Polo Universitario Annunziata, organizzata dal Comitato Unico di Garanzia (CUG) e dall’Università degli Studi di Messina.

2015: Responsabile della sezione “Sesso e disabilità” per il forum dell’Associazione “Gli amici di Elsa Onlus”. Moderatrice, responsabile e ideatrice dei post della suddetta categoria.

2010: relatrice al convegno “Amore, sessualità ed Handicap, è ancora un tabù?” organizzato dall’Associazione Handiamo! Europe Onlus durante la manifestazione allestita nella settimana del PERTUTTI a Roma.

2006: Consulenza sugli ausili informatici per handicap al corso indetto dalla FOAI – Federazione degli Organismi per l’Assistenza alle Persone Disabili – presso l’Ausilioteca dell’Istituto Leonarda Vaccari.

Esperienze significative

20 novembre 2020 – intervista per il portale Italia Olistica 

15 novembre 2020 – intervista per il blog IlBenessereOlistico

Maggio 2020 – in corso: cura della rubrica “Radio Piccoli Geni” nell’ambito del progetto “RadiOsa, la rete di Radioscuola in casa.” Link

24 maggio 2020: Partecipazione al programma “O Anche No”, a cura di Paola Severini Melograni. Andato in onda su Rai2 e disponibile su RaiPlay a questo link

3 aprile 2020: Intervista per la radio della scuola di scrittura Genius, con Lucia Pappalardo e Luigi Annibaldi. Cattività 11b – Saltare gli ostacoli

27 marzo 2020: Intervista  radiofonica su Rai Radio3 “Tutta la città ne parla” sul tema dell’assistenza ai disabili al tempo del Coronavirus

16 gennaio 2019: intervista radio per “Radio LiveSocial, Storie ed Interviste” (qui la registrazione).

26 luglio 2018: partecipazione al programma “Codice – La vita è digitale”, condotto da Barbara Carfagna, andato in onda su Rai Uno, alle 23.30. Il servizio è disponibile al seguente link: Zoe a “Codice – La vita è digitale”.

15 giugno 2017: tra i relatori dell’evento “Roma! Città aperta” promosso dall’Osservatorio “Roma! Puoi dirlo forte” nell’ambito del tavolo “Inclusione sociale e fragilità”.

2017: intervista su Slash Radio, la radio dell’Unione Italiana Ciechi, sul romanzo e sul mini-film “Nata viva”.

2017: messa in onda del mini-film “Nata viva” sul canale Charity di Cubik TV.

2016:Intervistata dai bambini di Radio Freccia Azzurra sul romanzo “Nata viva” e sull’omonimo cortometraggio. Progetto ideato dal Circolo Gianni Rodari Onlus e dall’ Associazione Matura Infanzia, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo A. Gramsci – Scuola primaria G. Perlasca (qui la registrazione)

2016: Partecipazione con il cortometraggio “Nata viva” all’edizione 2016 del “Capodarco L’Altro Festival” e aggiudicazione del premio “L’Anello debole 2016“.

2015: Realizzazione del cortometraggio “Nata viva” con la regia di Lucia Pappalardo, produzione Associazione nazionale filmaker e videomaker italiani.

Dal 2012: ideatrice e moderatrice del gruppo FecebookAmore, disabilità e tabù: parliamone!“. Il gruppo vuole essere un luogo di incontro virtuale, per fare conoscenza, scambiarci informazioni sui temi che riguardano l’amore, la sessualità talvolta accolta e altre volte negata per le persone con disabilità motoria, sensoriale e cognitiva.

Saggi e articoli

Superando.it – testa online promossa dalla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap)

8.2020 La libertà di esplorare senza limiti

7.2020 La differenza tra nascere vivi e sopravvivere

7.2020 In piscina, ma solo se accompagnata da qualcuno

7.2020 L’importanza di avere una sorella che mi comprende

6.2020 Un modo per essere più consapevoli della propria intimità

6.2020 “Così sono diventata regista della mia vita”

6.2020 “Le persone con disabilità, il devotismo e la comunicazione nel web

6.2020 “Il senso del pudore e i genitori di persone con disabilità nell’epoca dei social”

5.2020 “Come raccontare le proprie piccole e grandi disabilità

4.2020: “Le opportunità e i rischi di Internet per le persone con disabilità e non solo

4.2020 Cogliere l’occasione di questa emergenza, per realizzare una vera Buona Scuola

3.2020 Sarebbe bello uscirne migliori e comprendere di più la disabilità

2.2020 intervista al giornalista Antonio Giuseppe Malafarina, “La passione di Antonio Giuseppe per la meraviglia della vita”

7.2019 Il “Dopo di Noi” si costruisce ascoltando i bisogni delle persone”

Ubiminor.org

7.2020 Un modo per scoprire l’intimità e acquisire conoscienza sull’educazione sessuale

6.2020 Dalla riabilitazione all’affermazione di sé: come sono diventata regista della mia vita

6.2020 “Giovani e famiglie, gli aspetti psicologici e sociali del Covid-19

6.2020 “La narrazione di sé per potenziare l’autoconsapevolezza”

4.2020: “Web e mass-media: il buon senso per informarci e combattere la solitudine

Laici.it

3.2002: “Sviluppare empatia nei confronti dei disabili

Piuculture.it

2016-2017: Pubblicazioni sulla testata PiucultureIl giornale dell’intercultura a Roma, di seguito tutti gli articoli clicca qui

Rivista Rete Near

2013 – 2015: Collaborazione con la rivista Rete Near, promossa dall’UNAR (Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali) del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Rivista cartacea “La famiglia – bimestrale di problemi familiari”

2002: “Nulla di utile”, in collaborazione con il Professor Siciliani de Cumis.

Angeli Press – testata giornalistica cartacea a cura di Paola Severini Melograni.

2000: collaborazione con la testata

Istruzione e formazione

2020 Corso di scrittura radiofonica: “Scrivere e fare radio, impara a scrivere per gli ascoltatori” presso la scuola Genius. Docenti: Andrea Borgnino (Teche Radio e Radio 3 Rai) e Paolo Restuccia (regista del Ruggito del Coniglio di Rai Radio2) con Lucia Pappalardo (che dopo Radio24 fa ora la filmaker per Rai Uno).

 2016 –Attestato di giornalismo sociale conseguito a conclusione del corso “Infomigranti” promosso dal giornale online Piuculture

2012/2013: Laurea magistrale in Editoria e Scrittura presso l’Università la Sapienza di Roma, facoltà Lettere e Filosofia, con tesi sperimentale dal titolo: “BLOG-GRAFIE, la blogosfera letteraria”. Votazione 108/110.

2006/2007: Laurea triennale in Scienze dell’Educazione e della Formazione presso l’Università la Sapienza di Roma. Tesi in pedagogia dal titolo: “Teatro e diverse abilità.” Relatore: Professor Nicola Siciliani de Cumis. Votazione: 110/110 con lode.

2002-2003: Corso di scrittura creativa presso l’Associazione Culturale BombaCarta.

2001-2002: Partecipazione a due corsi di scrittura creativa presso la Scuola Omero di Roma, docente: Paolo Restuccia.

1998-2001-Partecipazione al laboratorio di teatro sperimentale del regista ed attore Stefano Viali; presso l’Istituto Giulio Cesare di Roma. Attrice di una compagnia integrata, con la regia di Alessandra Panelli e di Stefano Viali, in scena all’ex-mattatoio di Roma e presso alcune manifestazioni teatrali a Fiesole.

Capacità e competenze personali

Competenze comunicative e di organizzazione di eventi: esperienza maturata in attività di pubblicazione, diffusione e presentazione in vari contesti del mio romanzo di formazione “Nata viva” e di divulgazione del portale www.piccologenio.it, attraverso scambi di link, contatti, mailing list e pubblicità.

Creatività e spirito di iniziativa. Capacità relazionali e di fare rete per apportare un contributo positivo all’azienda per la quale lavoro, buon livello di public speaking.

Vocazione pedagogica e didattica messa in pratica con i progetti nelle scuole (di cui sopra) e nell’ambito dell’esperienza come attrice teatrale. Comprovata capacità di gestione e partecipazione al lavoro di squadra, buone capacità diplomatiche in situazioni di stress o tensione.

Entusiasmo e grande voglia di fare, tenacia e capacità di reinventarsi in progetti e iniziative condivise.

Sono in grado di svolgere in autonomia il lavoro in sede e da casa, flessibilità d’orario.

Capacità e competenze organizzative

Organizzazione e gestione di progetti pedagogici e teatrali nelle scuole; organizzazione, gestione e promozione di eventi per presentazioni di libri, spettacoli teatrali, riunioni, conferenze; coordinamento del lavoro di squadra. Organizzazione di attività culturali,  divulgative e sociali.

Capacità e competenze tecniche

Buona padronanza degli strumenti Windows Office, WordPress, Outlook, Internet , Gmail e Skype. Competenza della tecnica SEO, Social media marketing su Facebook e Twitter.

Patente o patenti

Patente di guida per disabili. B speciale.

Patentino Europeo di informatica.

Riconoscimenti al cortometraggio Nata viva

25 giugno 2016 – Primo classificato nella categoria “Corti della realtà” nell’ambito del Premio L’Anello debole 2016 – Capodarco L’Altro Festival.

15-16-17 luglio 2016 – Proiezione fuori concorso del cortometraggio “Nata viva” nell’ambito della quarta edizione del Festival Film Corto “Ciak sul fermano”.

Rassegna stampa dell’opera letteraria e mini-film Nata viva

2016-2017

  Nata viva sul Venerdì di Repubblica 

Nata Viva“ tra i corti finalisti di Capodarco, L’anello debole 2016

Premio Anello debole, vince forza di Zoe

Intervista a Zoe Rondini su Radio Freccia Azzurra, una web-radio fatta in una scuola elementare

 Nata viva e l’attuale condizione dei disabili nel nostro paese. Intervista all’autrice 

Nata viva sul magazine della scuola di scrittura Omero. di Arturo Belluardo  10 dicembre 2015

Zoe Rondini: intervista all’autrice di “Nata viva“ di Disabilibidoc.it

Zoe Rondini, una donna coraggiosa

Cinque minuti e poi…

(edizione passata)

2013 – Disabilità e discriminazioni: l’appassionante racconto di Zoe Rondini. Articolo apparso sulla rivista “Near, più vicini più uguali”.

2013 – Nata viva, ovvero… sul bello di esistere, di Gianfranco Chieppa

2012 – Io, disabile ma più che viva, di Assuntina Morresi, uscito su Avvenire nell’inserto È vita, il 5 gennaio.

2012Nata Viva di Zoe Rondini, L’Osservatore Romano, numero del 26 luglio. Dall’inserto “Donne chiesa mondo“. Scritto da Giulia Galeotti.

2012 – Nata viva, di Riccardo Rossi

2012 – Un libro sulla ricchezza interiore dell’handicap, di Maurizio Fabbri, uscito sulla rivista Educazione alla Salute – periodico dell’Associazione Italiana Studio Malformazioni e della Fondazione ASM per la Salute dell’Infanzia, gennaio/marzo 2012. 

2012 – Nata Viva di Z.Rondini,  Recensione a cura di Federico Sinopoli.

Riconoscimenti all’opera letteraria Nata viva

2011 – Finalista al premio Firenze 2011 – Centro culturale Firenze Europa “Mario Conti“ – XXIX Premio Firenze sezione D – narrativa edita.

– Segnalata al concorso letterario “Premio nazionale di letteratura Prof. “Francesco Florio“ 23 edizione 2011 – Licata con diploma di elogio, ottenendo il punteggio di 93/100.

– Menzione d’onore con diploma di merito al premio nazionale di poesia, e fotografia “Albero Andronico“, V edizione.

– Semifinalista e menzione d’onore con diploma di merito al XVIII

premio letterario internazionale “Trofeo penna d’autore“ nella sezione A: libri narrativa e saggistica

Interessi e tempo libero

Amo scoprire nuovi golosi e ricercati sapori. Amo viaggiare, ma anche “esplorare” Roma. Mi piace  andare al cinema, a teatro, vedere le mostre. Spesso scrivo per me, per il mio  portale; la scrittura è una passione e un lavoro. Mi piace mettermi alla prova e sperimentare.